Posts Tagged ‘social’

#parolemie | L’italiano che ci diverte

#parolemie

Virgin di servo encomio e di codardo oltraggio, a settimane dalla nascita di petaloso, il termine inventato dal bimbo che ha commosso la maestra e conquistato gli accademici della Crusca; dopo la sfilza di parole importanti che abbiamo proposto per mesi su Facebook e Instagram, mi sono ritrovata a riflettere sulla lingua.

La lingua come organismo vivente, in continua evoluzione, che somiglia ai suoi parlanti, si modifica, si trasforma, si adatta e ci permette di esprimere noi stessi.

Mi è venuto in mente un libro, Lessico famigliare, di Natalia Ginzburg in cui l’autrice racconta la sua famiglia attraverso parole, espressioni e modi di dire peculiari dei suoi cari.

Oltre la lingua dei dizionari, ognuno di noi ha le sue parole, quelle che preferisce, quelle che ha storpiato e che usa quotidianamente, o quelle a cui ha dato un nuovo significato.

Ci sono quelle parole che ci restano appiccicate, quelle che quando le sentiamo ci colpiscono e non possiamo fare a meno di usare, che contagiamo a nostra volta a chi ci sta vicino, nascono come uno scherzo e poi entrano a far parte del nostro lessico. Lo stesso capita con le espressioni e i modi di dire, solitamente queste nuove acquisizioni e risemantizzazioni sono accompagnate da storielle divertenti. Sono queste storie che vogliamo raccontare.

L’hashtag questa volta sarà #parolemie

La richiesta che vi facciamo è di dirci quali sono le vostre parole e i vostri modi di dire e raccontarci la storiella che c’è dietro, ne faremo delle cartoline e le pubblicheremo sui social, arricchiamo la lingua, coloriamola, giochiamoci insieme!

Comincio io:

#parolemie

#parolemie

Sonia fin da piccola se ne fregava del maschilismo della lingua italiana: per lei il mondo si divideva tra ‘minucce (femminucce) e ‘minucci (maschietti).

Ora tocca a voi, con quali parole avete arricchito il vostro lessico? Quale storia c’è dietro?